Acqua alla spina, acqua pubblica per tutti: presto saranno installati i distributori

immagine E’ stata approvata ieri, in consiglio comunale, la mozione del M5S che promuove l’uso dell’acqua potabile della rete idrica comunale; i cittadini di Pesaro potranno dunque rifornirsi gratuitamente, presso i distributori che verranno installati, di 10 litri/settimanali per nucleo familiare o 4 litri pro-capite.Grazie a questi distributori l’acqua verrà ulteriormente migliorata dal punto di vista della gradevolezza, tale da renderla facilmente consumabile anche da parte di quei cittadini pesaresi (e sono tanti) che non riescono ad utilizzare la rete idrica comunale ai fini alimentari, nonostante la potabilità. Una delle tante battaglie che il gruppo di Pesaro ha portato avanti dal 2010 con la prima mozione, su questo tema così importante, rimasta inapplicata fino ad oggi.Questi distributori, chiamati in Italia con il termine di “case d’acqua”, sono diffusi sul territorio nazionale e rivestono una grande importanza poiché diminuiscono le emissioni di CO2, determinato dal trasporto delle acque in bottiglia, e di Pet, limitando notevolmente i danni alla salute determinati dall’abuso di queste sostanze. L’acqua è un bene pubblico che purtroppo, ancora oggi nel Comune di Pesaro, è gestito privatamente, nonostante un recente quesito referendario abbia decretato una volontà schiacciante del popolo italiano su questo argomento.

L’approvazione di questa mozione è in linea con il progetto programmatico del M5S che prevede la graduale diminuzione dei rifiuti, e che porterà nel futuro ad una gestione degli stessi talmente oculata da evitare con assoluta certezza l’impiego di inceneritori e la diminuzione delle discariche. Sulla mozione del M5S si leggono alcune delle motivazioni più importanti: “[…] che l’acqua sia distribuita in modalità tale che diventi anche uno strumento educativo sia sull’importanza di bere acqua non imbottigliata ma anche sul porre attenzione agli sprechi.

[..]Fornendo gratuitamente acqua di rete alla spina per anche soli 10 litri al mese per un totale di 120 annui ad un ipotetico 30% degli abitanti della città che bevono acqua imbottigliata (90000 x 75% x 30% x 120 = 2.430.000), ipoteticamente la quantità di bottiglie “rifiuto” si ridurrebbe di circa il 20% con conseguente risparmio da parte del comune nella quantità e gestione dei rifiuti.”

Questo è il primo assaggio di un Governo della Città a marchio M5S: fornire un servizio gratuito per i cittadini, diminuire la produzione dei rifiuti, educare le nuove generazioni ad evitare gli sprechi e promuovere le iniziative che tutelino l’economia e la salute del cittadino.

da Movimento 5 stelle Pesaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: