Pedofilia, Onu: “Vaticano ha permesso gli abusi dei preti”. La Chiesa: “Interferenza”

Il comitato delle Nazioni Unite sull’applicazione della Convenzione per i diritti del fanciullo alla Santa Sede: “A causa di un codice del silenzio imposto su tutti i membri del clero sotto la pena della scomunica i casi di violenza sono stati anche difficilmente riferiti alle autorità giudiziarie nei Paesi in cui sono stati commessi”. Nota dello Stato Pontificio: “In alcuni passaggio vediamo il tentativo di interferire sul nostro insegnamento”. Monsignor Silvano Maria Tomasi: “Onu ci invita a rivedere nostre visioni su omosessulità? Ci saranno state pressioni di Ong pro gay”

Vaticano

“La Santa Sede ha permesso abusi su migliaia di bambini”. Durissimo atto di accusa delle Nazioni Unite contro il Vaticano per i preti pedofili. In un rapporto del Comitato Onu sui diritti dell’infanzia, diffuso dall’ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra, si chiede che vengano “immediatamente rimossi” e consegnati alle autorità civili tutti i prelati coinvolti in abusi su minori o sospettati di esserlo. Sono “decine di migliaia” nel mondo, secondo il Comitato Onu, le vittime degli abusi perpetrati dai preti pedofili. Il Comitato, che appena due settimane fa aveva ascoltato i rappresentanti vaticani, Continua a leggere

Poste Italiane taglia i postini e i centri di smistamento collassano

Cassette postali che piangono, in cassoni di corrispondenza che si accumulano e lettere che non arrivano mai. Dagli organici son stati tagliati circa 6mila portalettere. E le raccomandate vengono consegnate anche con un mese di ritardo

fonte Espresso.repubblica.it/

 di Luciana Grosso

Poste Italiane taglia i postini e i centri di smistamento collassano
La foto di un centro di smistamento scattata da un dipendente di nascosto

Una volta i postini suonavano due volte. Ora, invece, al campanello non suona più nessuno. Sono sempre meno i portalettere in Italia, così come sono meno gli operatori che si occupano dello smistamento e della gestione della corrispondenza.

Il piano di tagli voluto da Poste Italiane varato lo scorso febbraio e diventato operativo durante l’estate 2013 prevedeva circa 6000 tagli al personale. Tagli che, almeno in origine, avrebbero dovuto essere 9000, ridotti poi in fase di trattativa sindacale. Continua a leggere

La koinè adriatica. Ancona e le minoranze tra economia e cultura in età moderna

inviato da museo.ancona@diocesi.ancona.it)

Mercoledì 22 gennaio alle ore 16.00 presso il centro Polifunzionale di Pietralacroce, il prof. Diego Masala terrà l’ultimo incontro aperto alla cittadinanza promosso dall’Istituto “A. Scocchera” e dall’Istituto Storia Marche in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona sul tema: “Greci. Presenza religiosa e committenza artistica”.
Sarà possibile riflettere sulla circolazione di merci, persone e idee nell’adriatico, ma in particolare si potrà approfondire la storia della comunità greca ortodossa ad Ancona dal medioevo ad oggi attraverso una serie di immagini che mettono in dialogo la città del passato con quella attuale e infine verranno analizzate le opere superstiti della chiesa di Sant’Anna dei Greci distrutta durante il secondo conflitto bellico, oggi conservate nel Museo diocesano “Mons. Cesare Recanatini” di Ancona.
Ingresso Libero

sede dell’incontro: Centro Polifunzionale di Pietralacroce

Ancona

Presentazione

Guardare alla storia dei rapporti interadriatici in età moderna attraverso il punto di vista delle minoranze (nazionali ed etnico-religiose) significa focalizzare l’attenzione sulle modalità di interazione fra società maggioritaria e gruppo migrante. Le vicende riguardanti una città marittima di antico regime come Ancona consentono di analizzare gli apporti specifici provenienti da tali gruppi e, parimenti, le strategie di insediamento e di integrazione. Si tratta di contributi rilevanti a diversi livelli (economico, religioso, artistico), che hanno determinato il profilo economico, sociale e culturale delle città adriatiche. Continua a leggere

Rete telefonica, prima di fare regali a Telecom M5S chiede catasto dell’esistente

In arrivo emendamento al Destinazione Italia firmato dall’onorevole Mirella Liuzzi che mira alla mappatura di tutte le reti, private e pubbliche, presenti sul territorio

 

Rete fibra

 

Il Movimento 5 Stelle si prepara a dar battaglia sul catasto delle reti. Con la presentazione di un emendamento all’articolo 6 del decreto Destinazione Italia relativo agli incentivi alle start up e alla banda larga. Obiettivo: chiedere la mappatura di tutte le reti, private e pubbliche. Un incarico che, secondo l’onorevole pentastellato Mirella Liuzzi, firmataria dell’emendamento, dovrà svolgere l’Agenzia Digitale Italiana, visto che l’incarico affidato nel 2011 all’Agcom, oggi guidata da Angelo Cardani, non ha ancora prodotto i risultati attesi.

“Dal 2011 non ci sono notizie sul catasto delle reti – spiega l’onorevole Liuzzi, membro dellaCommissione Trasporti, poste e telecomunicazioni, oltre che della Commissione per l’Indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi – Nel frattempo però la digitalizzazione del paese non si è fermata. Alcune Regioni sono andate avanti nei propri progetti sulla rete e non esiste al momento una reale mappatura dell’esistente”.

Il tema è quanto mai attuale nel momento in cui il governo di Enrico Letta, con il supporto del segretario Pd, Matteo Renzi, ha deciso di riaprire il dossier sulla separazione della rete telefonica in rame da Telecom Italia spa  e il suo conferimento in una nuova società aperta ad altri azionisti, tra cui la Cassa Depositi e Prestiti al fondo F2i di Vito Gamberale, consulente del socio attivista di Telecom, Marco Fossati. Operazione che contribuirebbe all’abbattimento dei debiti del gruppo di telefonia con le banche, visto che il vecchio network della società guidata da Marco Patuano ha una valutazione compresa tra 8 e 16 miliardi di euro. La nuova azienda, in cui nei piani verrebbe trasferita una bella fetta dei dipendenti di Telecom, sarà poi incaricata di effettuare gli investimenti in fibra.

Di tutto il progetto, secondo quanto anticipato anche da Paolo Gentiloni, ex ministro delle Comunicazioni sotto il secondo governo Prodi e consigliere Itc di Renzi, sono attesi nuovi dettagli nel rapporto stilato da mister Agenda Digitale, Francesco Caio, assieme ai due esperti stranieri Gerard Pogorel e Scott Marcus. Il documento preparato dai tre tecnici è stato già consegnato nelle mani del viceministro allo sviluppo con delega alle Comunicazioni, Antonio Catricalà. Ma, al momento, il contenuto è ancora riservato.

Ma il Movimento 5 Stelle nel suo programma politico propone la realizzazione di una rete pubblicae fruibile da parte di tutti gli operatori per offrire il massimo vantaggio ai cittadini, esattamente come, nel programma politico delle Primarie 2012, mai aggiornato, aveva ipotizzato anche Renzi. L’ipotesi del M5S 5 Stelle è per altro in linea con quella di alcuni comuni italiani come quelli riuniti attorno all’Anci Toscana che sul tema aveva già proposto la redazione di un catasto delle reti per definire lo status quo e dare il giusto valore all’esistente, prima di definire le necessità di investimento per la costruzione di una rete moderna e capillare. Anche senza quella di Telecom.

Media ed Europa, nasce nuovo sito web e raccoglie un milione di firme

inviato da Aldo Torchiaro

Campagna europea punta a un milione di firme per una direttiva Ue sulla stampa e sulle
libertà digitali
L’Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media, che lancia oggi il suo nuovo sito, http://www.mediainitiative.eu, è
una campagna transnazionale 2.0 che chiede alla Commissione Europea di adottare una direttiva specifica a
tutela della libertà di stampa e del pluralismo dell’informazione grazie allo strumento della raccolta di firme
certificate online. Continua a leggere

RITIRARE LA LEGGE TRUFFA SUL BIOGAS

RITIRARE LA LEGGE TRUFFA SUL BIOGAS
“Proposta vergognosa”, “sfruttamento del territorio a vantaggio di pochi”, “colpo di mano”, ”si è guardato più agli interessi di pochi che a quelli del territorio e della comunità”, sono solo alcune delle dichiarazioni con le quali i sindaci ed amministratori dei territori interessati hanno accolto la proposta di legge della Giunta Regionale n. 384/13 che intende provare a sanare la situazione venutasi a creare sulle autorizzazioni per il biogas, autorizzazioni assunte contro la normativa comunitaria e nazionale e che oggi sono contrarie, almeno alcune di esse, anche alla successiva legge regionale sulle aree inidonee a tali impianti. Continua a leggere

Fa prostituire il figlio di 5 anni, madre pescarese in carcere I fatti risalgono al 2006. La donna è stata condannata a tre anni e nove mesi dalla corte d’appello dell’Aquila

PESCARA. Condannata a tre anni e nove mesi di reclusione dalla Corte d’Appello dell’ Aquila, per il reato di prostituzione minorile aggravata, una 32enne pescarese responsabile di aver indotto il figlio, che all’epoca dei fatti aveva cinque anni, a prostituirsi, portandolo nell’abitazione di un sessantenne che abusava di lui e con cui lei aveva un rapporto sentimentale. La donna è stata arrestata dagli uomini della squadra Mobile di Pescara, in esecuzione di un’ordinanza per espiazione di pena detentiva. Continua a leggere

Inflazione scende ai minimi dal 2009. “Crollo dei consumi senza precedenti”

di Redazione Il Fatto Quotidiano | 14 gennaio 2014

Carrello della spesa

Carrello della spesa

Inflazione ai minimi dal 2009. Il tasso medio annuo per il 2013 è stato pari all’1,2%, in decisa frenata rispetto al 3% registrato nel 2012. Lo rileva l’Istat, confermando le stime e aggiungendo che si tratta del livello più basso da quattro anni. Continua a leggere

Vita da pendolari, ecco le vostre storie

Dopo l’inchiesta di copertina dedicata alla rabbia di chi prende il treno ogni santo giorno, sono piovute a centinaia le vostre testimonianze. Cominciamo a pubblicarle (oggi due casi limite su abbonamenti e tagli ai viaggi diretti) e vi invitiamo a continuare a raccontare la vostra odissea quotidiana
fonte http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/01/14/news/vita-da-pendolari-ecco-le-vostre-storie-1.148647
di Michele Sasso

Lutto per l’improvvisa scomparsa di Valter Baldassarri

Una ben mesta incombenza. Questa volta persino peggiore perchè del tutto inaspettata.

La Rete della Resistenza sui Crinali partecipa al lutto degli Amici della Terra per l’insostituibile <a href="http://www.amicidellaterra.it/index.php/15-non-categorizzato/10-una-triste-notizia&quot; Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: