Il miele di herr Bablok, l’ogm Monsanto, la Baviera e la Corte di giustizia europea

informare per resistere
La direttiva Ue sugli organismi geneticamente modificati (Ogm) prevede che non possano Continua a leggere

Ogm, una ricerca canadese conferma: “La sicurezza alimentare è a rischio”

http://www.ilcambiamento.it
29 Aprile 2011
Mentre l’Alto Adige è ufficialmente OGM-free, grazie alle norme contenute nella legge ‘omnibus’ approvata nell’ultima seduta della Giunta Provinciale di Bolzano e l’uso di sementi OGM in Alto Adige è stato definitivamente messo al bando, gli studi in materia di ogm e sicurezza per la salute umana continuano a mettere in evidenza importanti criticità. Ultimo, ma soltanto in ordine di tempo, è l’interessantissimo studio condotto dagli scienziati dell’Università di Sherbrooke in Canada.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Reproductive Toxicology, è stata condotta su 69 donne, 30 delle quali incinte, Continua a leggere

Semine ogm: il Friuli le vieta per legge

30/03/2011 – C.B. FONTE http://www.aamterranuova.it/article5713.htm

In Friuli Venezia Giulia non si potranno più seminare organismi geneticamente modificati: lo ha deciso il Consiglio regionale, approvando con voto trasversale una legge anti-Ogm. Continua a leggere

Ogm: la Corte di Giustizia europea dà ragione alla Monsanto

http://www.ilcambiamento.it/legislazione_ambientale/ogm_corte_giustizia_ue_da_ragione_monsanto.html
23 Marzo 2011
Dalla Corte di Giustizia europea un duro colpo per il fronte anti-Ogm

La decisione delle autorità francesi di sospendere la coltivazione del mais geneticamente modificato MON 810 della Monsanto è illegale. La Francia, infatti, non poteva imporre il divieto senza aver prima chiesto alla Commissione europea di adottare le misure di emergenza previste nel caso sussistano rischi per la salute e l’ambiente. Continua a leggere

Dietro l’etichetta Puglia: Greenpeace scopre olio Ogm sugli scaffali dei supermercati

FONTE http://www.ilcambiamento.it/dietro_etichetta/greenpeace_ogm_olio_supermercati_puglia.html
Oli prodotti con soia geneticamente modificata a marchio ‘Dentamaro’ sono stati scoperti da Greenpeace in alcuni supermercati della Puglia. I controlli proseguono e l’associazione invita i consumatori a prestare attenzione al momento dell’acquisto: “scovare l’indicazione della presenza di OGM non è facile”.
di Greenpeace


I volontari di Greenpeace hanno scovato in alcuni supermercati pugliesi due prodotti Ogm in vendita. Si tratta dell’olio di soia e dell’olio di semi vari a marchio Dentamaro, prodotti e commercializzati dalla Dentamaro Srl, un’azienda olearia con sede a Bari. Entrambi gli oli, come riportato in etichetta, sono prodotti con soia geneticamente modificata. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: