Lettera del nostro Portavioce, redatta con il supporto del Comitato Scientifico

La nostra lettera inviata al Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin nell’ambito delle nostre attività istituzionali di vigilanza sulla somministrazione di psicofarmaci ai minori.

Le nostre attività di vigilanza, in collaborazione con le autorità Continua a leggere

Comunicato stampa risultato finale ANALISI LATTE MATERNO

inviato da Associazione nuovaSALVAMBIENTE

Immagine in linea 1

Sede legale – POLLENZA – Via Menichelli, snc –  e mail: nuovasalvambiente@gmail.com

In concomitanza con la pubblicizzazione dei dati riscontrati dall’Arpam regionale circa i rischi per le popolazioni residenti in prossimità degli impianti di smaltimento dei rifiuti ed anche in concomitanza con l’avvio dell’indagine epidemiologica più volte richiesta dalla nostra associazione Continua a leggere

Comunicato stampa del 18/11/2013 GIORNATA MONDIALE INFANZIA – A DOMODOSSOLA LA “FESTA DELLA CREATIVITA'” DEI BAMBINI

Martedì 19 e mercoledì 20 novembre, il Comitato GiùleManidaiBambini organizza a Domodossola i festeggiamenti per la “Giornata Mondiale dell’Infanzia delle Nazioni Unite”: una “due giorni” dedicata ai bambini, alla loro creatività e a utili consigli su come “gestire” eventuali difficoltà di comportamento. Partner dell’iniziativa il Primo Circolo Didattico di Domodosso, il Lions Club Verbano Borromeo e la casa editrice Amrita, che ha pubblicato il libro “Giù le mani da Pierino” Continua a leggere

comunicato stampa INTERPELLANZA CAMERA E COMMISSIONE VIGILANZA RAI A GUBITOSI: MARKETING FARMACEUTICO SU BAMBINI IN TV

La fiction RAI 3 a pochi giorni dai festeggiamenti della Giornata Mondiale Infanzia delle Nazioni Unite, racconta il disagio mentale che colpisce i più piccoli, con la collaborazione con un medico neuropsichiatra di Roma: ma il protagonista prescrive psicofarmaci con insolita disinvoltura a minori con problemi di comportamento. Poma (Giù le Mani dai Bambini): “Un grande ‘spot’ che favorisce il marketing farmaceutico, abbiamo indirizzato una lettera aperta al Direttore Generale RAI Gubitosi”. Castelbianco (Psicoterapeuta dell’età evolutiva): “Non si può far diventare malattia psichiatrica ogni singolo comportamento trasgressivo, che – specie nell’adolescenza – è Continua a leggere

CONTROVERSIE DIAGNOSTICHE NELL’ADHD

Di William B. Carey* – traduzione in italiano di Ilaria Pagliotta per Comitato GiùleManidaiBambini Onlus

Introduzione

Quasi 15 anni fa ho avuto l’onore di partecipare ad una Consesus Conference sull’ADHD organizzata dal National Institutes of Health[1], con un intervento volto a rispondere alla seguente domanda: “Può l’ADHD essere considerato un vero e proprio disturbo?”

La mia presentazione muoveva numerose critiche in proposito, che non diedero però adito a commenti costruttivi o denigratori, anzi dopo l’intervento, ed anche oltre, seguì un totale silenzio. Da allora fino ad oggi si persevera in una totale mancanza di dibattiti consapevoli. In realtà il nuovo DSM-5[2] non solo non è riuscito a risolvere Continua a leggere

Obesi da bambini, cardiopatici da adulti

L’obesità infantile è in costante incremento, colpa dell’alimentazione sbagliata, e della troppa sedentarietà. Negli anni passati , prima dell’era dei videogiochi i bambini passavano piu’ tempo all’aperto, e la dieta era sicuramente piu’ sana. Il fenomeno, fino a qualche anno fa appannaggio degli USA, sta dilagando anche in Europa. Questo comporta seri rischi nell’età adulta. Lo studio Cardia ,  pubblicato su Jama Continua a leggere

Salute: crisi colpisce bebe’, genitori costretti a tagliare su cure e pappe

Milano, 11 lug. (Adnkronos Salute) – La crisi non risparmia neanche i bebè. Nell’era dell’austerity papà e mamma alle prese con bilanci familiari sempre più a rischio rosso, tagliano dove possono. E i risparmi investono anche le spese per la salute dei più piccoli. Tanto che oggi l’80% dei genitori di bambini e ragazzi fra zero e 14 anni (8,3 milioni secondo l’Istat) ammette di avere difficoltà economiche a garantire cure sanitarie e assistenziali adeguate ai propri figli, limitandole allo stretto necessario anche per ciò che riguarda quelle primarie. Oltre la metà (54%) limita i controlli diagnostici e specialistici, e il 60% tenta di sforbiciare anche le spese alimentari anticipando lo svezzamento per risparmiare. E’ la foto di un’Italia che tira la cinghia, scattata da due indagini parallele, condotte su 600 pediatri di famiglia e 1000 genitori di tutta Italia, diffuse oggi a Milano in occasione della giornata di presentazione di Paidòss, il nuovo Osservatorio nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza (www.paidoss.it), nato da un’iniziativa di Giuseppe Mele, presidente uscente della Fimp (Federazione italiana medici pediatri). Sul fronte dei pediatri, invece, l’8% dei camici bianchi teme un calo delle vaccinazioni, e un altro 8% un taglio delle forniture di farmaci e alimenti dedicati soprattutto alle malattie rare, e ancora ripercussioni sull’incremento delle malattie infettive (7%) e sullo sviluppo di disturbi comportamentali e psichiatrici sempre più frequenti (4%). Se la crisi morde si guarda anche al prezzo del latte artificiale (il 55% sceglie quello più economico e non segue solo il consiglio del pediatra), e pur di far quadrare i conti il 35% limita il ‘baby food’. Cresce l’allarme fra gli addetti ai lavori, che con la crisi temono anche una riduzione dei servizi di assistenza per i bimbi con patologie croniche e una diminuzione degli accessi ambulatoriali e delle visite specialistiche necessarie. L’osservatorio Paidòss nasce anche per monitorare questa situazione. All’iniziativa hanno aderito anche due ex ministri della Salute, Ferruccio Fazio e Livia Turco, e l’ex sottosegretario Francesca Martini, Anna Serafini, responsabile del Forum infanzia e adolescenza. “Siamo di fronte a una situazione che si profila allarmante – spiega il presidente di Paidòss, Giuseppe Mele – denunciata da 600 pediatri di famiglia di lunga esperienza. L’indagine, che ha coinvolto il Paese da Nord a Sud, conferma un disagio economico per le famiglie, avvertito nel 90% dei casi (19% molto, 71% abbastanza) in misura maggiore rispetto al passato e sintomo di prospettive poco tranquillizzanti per il futuro. Anche la prevenzione nel suo complesso registra una battuta d’arresto. L’accesso ai servizi socio-sanitari si sta riducendo anche e soprattutto per i minori affetti da malattie croniche, disabili, adolescenti con dipendenze e per tutti i 720 mila minori che in Italia vivono in povertà assoluta”. Fra le iniziative di Paidòss, continua, “cercheremo di fornire alle famiglie un progetto per superare questo periodo con consigli utili in grado di considerare la salute dei figli in un periodo di crisi”. Secondo i pediatri intervistati, la crisi comporterà una riduzione nei servizi di assistenza per le malattie croniche (19%) e nella possibilità di accedere a visite specialistiche non erogate dal sistema sanitario nazionale (16%) o ad ambulatori soggetti al pagamento di ticket (15%). Si teme un peggioramento delle condizioni igienico-sanitarie in età pediatrica nel 10% dei casi, ma anche ripercussioni Continua a leggere

STUDIO DEL BAMBINO GESÙ Anomalie cardiache in 5 bambini su cento

Un’indagine su 700 bimbi da 3 a 10 anni indica che non pochi hanno anomalie all’elettrocardiogramma. Molte di lieve entità

MILANO – Il cuore di 5 bimbi su 100 fa brutti scherzi: uno screening con un semplice elettrocardiogramma di tutti i piccoli Continua a leggere

Canada: 17 bambini morti durante il trattamento con antipsicotici

di Redazione Informasalus.it

bambini pillole

Canada: 17 bambini morti durante il trattamento con antipsicotici

Diciassette bambini canadesi sono morti durante l’assunzione di alcuni farmaci antipsicotici di seconda generazione ed altri 73 hanno avuto problemi di tipo cardiometabolico. A confermare queste cifre è Health Canada. I dati si riferiscono a i decessi e problemi cardiometabolico identificati prima del 31 dicembre 2012.

Sei i farmaci di seconda generazione coinvolti: clozapina, risperidone, Continua a leggere

SBARCA IN ITALIA IL 4° CONGRESSO MONDIALE SULL’ADHD: UN EVENTO ALL’INSEGNA DEL CONFLITTO DI INTERESSI

Comunicato Stampa del 03/06/2013

Il congresso mondiale di quattro giorni sull’iperattività infantile si
svolgerà quest’anno in Italia, finanziato dai produttori di psicofarmaci e
organizzato dall’ADHD World Federation, associazione privata diretta da L.Rohde, medico consulente di numerose case farmaceutiche. Poma (PortavoceGiù le Mani dai Bambini): “Un congresso dai contorni assai preoccupanti”.
Costa (medico e Professore di Psichiatria): “Ennesima discutibile Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: