Legge elettorale: la teoria e la realtà

Si fa un gran parlare in questi giorni di legge elettorale. Da una parte Renzi che si agita perché una legge elettorale – quale che sia – venga approvata, per potersi appendere una medaglietta alla giacca e poter finalmente dire “se non c’ero io questi partiti stavano ancora a discutere di legge elettorale!” (del tutto indifferente al contenuto di una legge che rischia di essere persino peggiore del porcellum). Dall’altra Berlusconi che gongola perché intravede all’orizzonte una sua potenziale vittoria. Fuori o dentro al parlamento non importa: capace com’è di risollevarsi dalle ceneri, troverà certamente il modo di vincere le elezioni persino senza candidarsi. Continua a leggere

IL PRESIDENZIALISMO? PER L’ITALIA SI CONFIGURA UNO SCENARIO SUDAMERICANO

fone www. cadoinpiedi.it

di Aldo Giannuli – 5 Giugno 2013

“Gli esponenti politici parlano di cose che evidentemente non conoscono. Bisogna capire quale sistema si vuole praticare, con quali contrappesi e garanzie. La nostra cultura politica lo dimostra: per l’Italia è molto alto il rischio che venga fuori un modello autoritario”

IL PRESIDENZIALISMO? PER L'ITALIA SI CONFIGURA UNO SCENARIO SUDAMERICANO <!– –>
Aldo Giannuli La politica ha deciso: la priorità per l’Italia è il Presidenzialismo. Lo vuole fortemente Berlusconi, che oggi ha sollecitato il governo, Continua a leggere

45% italiani per inciucio Bersani-Berlusconi

Salgono le quotazioni di Matteo Renzi; oltre la metà degli elettori vorrebbe che fosse lui il leader del Pd. Solo il 10% a favore di Bersani. Secondo il 37%, soluzione migliore è cambiare legge elettorale e tornare al voto al più presto.

GOVERNO Bossi: «Berlusconi è troppo nervoso» «Si al decentramento. Tremonti ha paura di abbassare le tasse».

http://www.lettera43.it
Berlusconi? «Ne dice, è troppo nervoso». Così ha replicato ai giornalisti Umberto Bossi, interpellato sulle parole pronunciate il 25 maggio dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sugli elettori «senza cervello» che votano a sinistra.
BOSSI: PREMIER SOTTO PRESSIONE. Quando sarà in cabina elettorale «spero che la gente vada al sodo», ha aggiunto Bossi. «Berlusconi è sotto pressione al massimo, perché viene un momento molto difficile», quello dei ballottaggi. Il leader leghista ha quindi suggerito come a suo giudizio gli elettori dovranno comportarsi nella scelta dei candidati sindaco e presidenti di Provincia. «La gente deve chiudere gli occhi e votare quello che le viene in mente. Votare Lega significa dire no all’immigrazione clandestina e sì al decentramento dei ministeri». Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: